L'ipoacusia nei bambini

Quando la tecnologia libera l'intero potenziale di un bambino, life is on

I bambini rappresentano il nostro futuro.

Vogliamo consentire ai bambini di accedere ad un mondo pieno di suoni, aiutandoli a sviluppare le capacità uditive di cui hanno bisogno per vivere al meglio la loro vita: attraverso il gioco, l'interazione, l'apprendimento, la comunicazione e, infine, il successo.

Come genitori, informarvi sull'ipoacusia nei neonati e nei bambini piccoli e su cosa potete fare a riguardo è il primo passo per poter prendere le migliori decisioni per il futuro del vostro bambino. Perché è fondamentale prendere decisioni e intervenire precocemente e tempestivamente.

Per essere pronto per la scuola, un bambino deve sentire 45 milioni di parole entro i primi quattro anni di età.1

Perché ogni suono è importante

Per le famiglie che desiderano un esito di ascolto e linguaggio parlato (listening and spoken language, LSL) per i loro figli, l'accesso ai suoni è molto importante. I giovani ascoltatori hanno bisogno di accedere a milioni di parole e migliaia di ore di ascolto per sviluppare l'alfabetizzazione e il linguaggio parlato.

La ricerca ci dice che l'accesso al suono più chiaro possibile fin dalla prima infanzia è un fattore che massimizza le possibilità del bambino per un sano sviluppo del parlato, del linguaggio e della socialità.2

Le orecchie sono la porta d'ingresso del cervello

Può essere utile pensare alle orecchie come "porte d'ingresso" del cervello, ed all'ipoacusia come un ostacolo all'accesso. Se i suoni non raggiungono il cervello come dovrebbero, importanti informazioni uditive andranno perse. 

Impariamo come funziona l'udito

L'ipoacusia nei bambini

A volte il bambino non reagisce al suono perché non sta prestando attenzione. Tuttavia, risposte incoerenti potrebbero essere un segnale di una difficoltà uditiva. Annotate eventuali cambiamenti nel comportamento del vostro bambino, e cercate indizi che potrebbero indicare una difficoltà uditiva.

Dalle infezioni dell'orecchio alle cause genetiche, la perdita di udito può essere determinata da una serie di fattori. Alcuni tipi di ipoacusia sono temporanei e altri permanenti, come l'ipoacusia neurosensoriale. In questo caso gli apparecchi acustici o gli impianti cocleari possono essere d'aiuto. Informati meglio per assicurarti di fornire al tuo bambino il giusto trattamento, al momento giusto.

Sintomi, tipi e cause di ipoacusia

Test dell'udito per bambini

L'udito del tuo bambino può essere valutato in molti modi diversi. L'obiettivo principale del test dell'udito è determinare la gravità e il tipo di ipoacusia.

Test dell'udito disponibili per bambini

Cosa puoi fare per aiutare il tuo bambino

Grazie alla moderna tecnologia acustica, il futuro dei bambini ipoacusici è più brillante che mai. Il nostro portfolio di apparecchi acustici dedicati Sky B è stato progettato specificamente per soddisfare le esigenze uditive dei bambini di ogni età. In situazioni di ascolto complesse, come ad esempio nel rumore o a distanza, la tecnologia con microfoni wireless, come Roger™, può ulteriormente migliorare la comprensione del parlato.

Come puoi aiutare il tuo bambino

Con la tecnologia Roger, i bambini hanno accesso a fino a 5.300 parole in più, in una giornata di 8 ore.³

Insieme, possiamo cambiare la vita del tuo bambino

Noi di Phonak capiamo le esigenze d'ascolto dei bambini e l'importanza di offrire loro un accesso ottimale ad un mondo pieno di suoni, all'interno del loro ambiente. Phonak vanta oltre 45 anni di esperienza e competenza nel campo dell'audiologia pediatrica, e lavoriamo a stretto contatto con i migliori specialisti pediatrici, audioprotesisti e insegnanti, per creare soluzioni olistiche innovative per le future generazioni.

Bibliografia

1 Hart, B. & Risley, T. (1995). Meaningful differences in the everyday experience of young American children. Baltimore, MD: Paul H. Brookes Publishing.

2 McCreery, R. W., Walker, E. A., Spratford, M., Bentler, R., Holte, L., Roush, P., & Moeller, M. P. (2015). Longitudinal predictors of aided speech audibility in infants and children. Ear and Hearing, 36 Suppl 1, 24–37.

3 Benitez-Barrera, C., Angley, G. & Tharpe, A.M. (2017). Remote microphone system use at home: Impact on caregiver talk.Manoscritto in attesa di pubblicazione.